La storia di un campione di casa nostra

Quante volte, nelle riunioni amicali con motociclisti oppure con rappresentanti di federazione (FMI), si parlava di campioni del motociclismo del passato. Moltissime volte la risposta era: chi era Walter Cussigh? Ma come, era la risposta di Giuliano Gemo allora presidente della FMI/FVG, non conosci Walter Cussigh? E’ stato uno dei più grandi campioni di velocità che abbiamo avuto in Friuli. Un funambolo della moto da corsa che ha gareggiato su moltissime piste di tutto il mondo. Naturalmente per uno come me, che veniva dall’atletica e dal rugby e appassionato della moto off-road, erano tutte informazioni nuove che mi appassionavano. I racconti di Giuliano, che conosceva e conosce tutt’ora molti dei campioni del passato, ricchi di aneddoti incuriosivano molto e come tutti sappiamo, lui era maestro nell’aggiungere personali considerazioni che erano finalizzate a rendere ancora più appassionante quello che raccontava. Walter Cussigh era uno dei protagonisti di questi racconti, in particolare ne sentii parlare durante una bella manifestazione di campionato Alpe Adria tenutasi asul circuito di Rijeka a Grobnik in presenza di diverse federazioni europee. La sua carriera di pilota motociclista inizia in sella ad una Laverda, altro grande marchio italiano delle due ruote, nel 1979 con il Trofeo Formula Laverda 500 e dopo aver corso anche negli anni 1980/1981 nel quale si aggiudica il trofeo. Ma nello stesso anno passa subito alla Ducati correndo al Mugello poi a Monza nella quale vince l’ultima gara di Campionato Italiano TT2. La sua brillante carriera continua nel 1982 sempre su Ducati e vince il campionato italiano TT2 con la Ducati 600 vincendo 5 gare su 5. Successivamente a Imola prende parte all’unica 24 ore organizzata in Italia, nel calendario mondiale endurance, la Ducati guidata da Cussigh si presenta all’evento con un’evoluzione del bicilindrico che viene portato alla cilindrata di 750.
Nel 1983 sempre con Ducati, è campione italiano Endurance TT1 750 in coppia con Oscar La Ferla e si classifica vice-campione italiano classe TT1 a un solo punto dal vincitore. Nello stesso anno partecipa alla 24 Ore di Imola con la Ducati, e rimane in testa alla gara fino a sei ore dalla fine, poi una improvvisa rottura del motore lo costringe al ritiro (cose che succedono solamente ai grandi). Partecipa nel 1984 ad alcune gare del Campionato mondiale Endurance tra cui la 24 Ore di Le Mans, la 8 Ore di Suzuka e la 8 Ore del Nürburgring, dove si classifica 4º in coppia con il mitico Walter Villa. Il 1985 termina con la vittoria nel campionato italiano Endurance classe F1 sempre con la Ducati ufficiale vince 3 gare su 3. Partecipa anche alla 6 ore di Monza, gara facente parte del campionato mondiale Endurance e, sempre in coppia con La Ferla giunge 5º al traguardo. Nel 1986 è campione italiano Endurance F1 guidando per due gare la Suzuki-Geminiani in coppia con Mauro Ricci a Misano e Vallelunga. La sua Ducati in coppia con Stefano Caracchi.nello stesso anno partecipa alla 200 Miglia di Misano Adriatico valida per il Campionato mondiale Endurance. Insomma, il grande Cussigh, su 10 gare di Endurance disputate per il Campionato italiano, ne ha vinte ben 9. Questo, ragazzi, si chiama “Talento”.
Nel 1989 partecipa alla 8 Ore di Suzuka in sella alla Ducati 851 del team Fukui in coppia con Oscar La Ferla, Successivamente sempre con Ducati 851, prende parte ad una gara sul circuito di Rijeka valida per il Campionato Alpe Adria salendo sul podio al 1° posto. Nello stesso anno, in un incontro negativo con il suo destino, rimane vittima di un incidente stradale ne quale riporta lesioni importanti alla spalla che, purtroppo, lo portano al ritiro dalle competizioni. Il nostro ex campione è nato a Udine 66 anni fa e li porta benissimo, giovanile e dinamico si occupa ancora di moto, in particolare di una bellissima moto prodotta dalla casa italiana Ducati, azienda storica fondata nel 1926 e collabora in qualità di Tecnico quale esperto delle moto da competizione, inoltre è Istruttore Federale nella specialità della velocità.
Vive e lavora a Povoletto in provincia di Udine.

Andrea Mascarin
Ex Consigliere nazionale FMI

 

WALTER CUSSIGH
Palmares

Titoli conquistati
Campione Italiano 1981 – Trofeo Laverda Formula 500
Campione Italiano 1982 – Classe TT2 Ducati Ufficiale
Vice Campione Italiano 1983 – Classe TT1 Ducati Ufficiale
Campione Italiano 1983 – Endurance Classe TT1 Ducati Ufficiale
Campione Italiano 1985 – Endurance Classe F1 Ducati Ufficiale
Campione Italiano 1986 – Endurance Classe F1 Suzuki Geminiani

Partecipazioni come pilota ufficiale Ducati
Campionato Mondiale Endurance 1984. Nel Team anche Walter Villa.
Il campionato si svolgeva anche con la 8 Ore di Suzuka in Giappone e la 8 Ore di Nurburgring in Germania nella quale ci siamo classificati al 4° posto.
La 6 Ore di Monza, 1a prova di Camp. Mondiale Endurance 1985 classe F1 classificato al 5° posto.
La 200 Miglia d’Italia sul circuito di Misano. 1a gara Camp. Mondiale classe F1 classificato al 5° posto.
La 24 Ore sul circuito di Imola 1983
La 24 Ore sul circuito di Le Mans 1984
La 24 Ore sul circuito di Francorchamps in Belgio 1984
La 24 Ore sul circuito di Le Cstellet in Francia 1984
La 24 Ore sul circuito di Le Mans 1985
La 6 Ore di Monza, 1a prova di Camp. Mondiale Endurance 1987
Ha partecipato a 4 gare di Campionato Italiano F1 1987
Ha partecipato a 4 gare di Campionato Italiano Superbike 1987

Partecipazioni come pilota ufficiale Ducati 851 Superbike
Ha partecipato a 3 gare di Campionato Italiano Superbike 1988
Ha partecipato a 2 gare di Campionato del Mondo Superbike sul circuito di Zeltweg in Austria e sul circuito di Assen in Olanda1988
Ha partecipato, sul circuito di Rijeka a Grobnik alla “Racing day” 1988 classificandosi al 1° posto
La 8 Ore di Suzuka in Giappone 1984 e 1989

Questo sito utilizza strumenti proprietari o di terze parti per archiviare piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Abilitando questi cookies, ci aiuti a offrirti una migliore esperienza.