CAMPIONATO DEL MONDO DI ENDURO 2001

Paolo Sesti, presidente della Federazione Motociclistica Italiana, ha voluto premiare l’attività del nostro Comitato Regionale e dei suoi sodalizi con l’assegnazione dei Campionati Mondiali. In lizza c’erano importanti Moto Club nazionali, non possiamo perciò che esserne orgogliosi. Parole di Andrea Mascarin, vicepresidente del Comitato Friuli Venezia Giulia della FMI. Siamo fra le prime regioni in Italia per quanto riguarda l’attività motoristico-sportiva nel fuoristrada, organizziamo 15 manifestazioni all’anno (Campionato regionale, Triveneto, Enduro Lignano, Enduro 7 Guadi e gare sperimentali) i Moto Club sono 35 per un totale di circa 2300 tesserati aggiunge Mascarin. Credo, inoltre, che sia stato premiato il lavoro svolto dal nostro presidente Giuliano Gemo e da tutto lo staff dei delegati provinciali. In Friuli c’è la sede del Comitato Italiano Alpe Adria, di cui Gemo è il coordinatore: questo Comitato è uno dei punti di riferimento per il motociclismo nazionale in quanto coordina e realizza manifestazioni motoristiche in paesi quali l’Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia e Austria. Secondo Mascarin la scelta di proporre i Mondiali ad Ampezzo e Socchieve è stata ovvia: Il territorio della Val Tagliamento dal punto di vista paesaggistico è perfetto per una manifestazione di questo tipo, i turisti avranno l’imbarazzo della scelta rispetto ai luoghi da visitare. A questo proposito mi corre l’obbligo di ringraziare i sindaci dei due comuni di riferimento per la loro grande disponibilità e collaborazione e i referenti della Forestale, in particolare il Dott. Barzan, impagabili nel consigliarci i percorsi ideali nell’assoluto rispetto dell’ambiente. In passato i piloti hanno dimostrato di gradire il tracciato. Nei giorni scorsi abbiamo effettuato una ricognizione assieme al referente dell’enduro nazionale Franco Gualdi per valutare eventuali modifiche da apportare al percorso. Si tratta di un percorso sicuramente molto tecnico ma anche divertente, nel quale i migliori della specialità avranno modo di dimostrare il loro talento. Mascarin spera che i Mondiali del 2001, sapranno rafforzare l’immagine di una disciplina che non sempre viene apprezzata. La gente dovrebbe capire cos’è realmente il motociclismo nelle discipline del fuoristrada, non possiamo essere sempre considerati “untori manzoniani” dell’ambiente perché non inquiniamo più di una qualsiasi auto o moto dei residenti nel territorio. Ma il vicepresidente aggiunge qualcosa in più: Tutta la nostra attività motoristica assume ancora maggior rilevanza se si considera che, in regione, non abbiamo una pista di velocità o fuoristrada omologata. Ci sono solamente piccole realtà ideali per il cross ma si tratta di iniziative private e del grande lavoro di volontariato dei soci dei nostri Moto Club. Noi sentiamo il bisogno di un circuito regionale, di un nostro Mugello che servirebbe a creare un indotto economico straordinario perché coinvolgerebbe anche gli stati confinanti dell’Alpe Adria. Per il momento sono i nostri tesserati ad essere costretti a emigrare per poter praticare il loro Sport. Mascarin conclude parlando del Moto Cub Carnico: Sono orgoglioso di farne parte essendo uno dei migliori in regione. Noi dirigenti a rotazione ci tesseriamo con i vari moto club ma in questo caso ho deciso di fermarmi un po’ di più proprio in vista degli Italiani e dei Mondiali. Sarà un rammarico dover uscire da questo sodalizio, composto da persone semplici ma tenaci, capaci di lavorare sodo e di organizzare molto bene le loro manifestazioni. E sono certo che anche questa volta sapranno stupire con la loro qualità organizzativa.

Bruno Tavosanis
Ufficio stampa
Moto Club Carnico

4a prova denominata: Gran Premio d’Italia

Siete appassionati di moto, e in particolare di enduro? Allora non potete perdervi la gara di Campionato del Mondo di Ampezzo, Socchieve e Tolmezzo l’11-13 maggio. Un appuntamento unico, organizzato dalla Federazione Motociclistica Italiana Comitato del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Moto Club Carnico, che ha svolto tutta la parte tecnica di questo grande evento che richiamerà in Carnia oltre duecento concorrenti.
Il Campionato del Mondo Enduro 2001, che si articola in sei gare sparse per tutta Europa, toccherà l’Italia quest’anno nel prossimo mese di maggio e i piloti, alcuni dei quali famosissimi, si sfideranno su un percorso allestito con trasferimenti e prove speciali, tutto su tracciati sterrati. I piloti entreranno nello splendido territorio della Carnia già da venerdì 11 per affrontare le verifiche tecniche, mentre nei due giorni successivi si affronteranno in gara su un percorso di 192 chilometri il primo giorno e 128 il secondo.
Sono già molti i piloti che si sono iscritti alla prova del mondiale, a cominciare dal francese Stephane Peterhansel vincitore di ben sei edizioni della Parigi Dakar, gli italiani Giovanni Sala, Mario Rinaldi, Marco Ventarelli e Fausto Scovolo, i norvegesi Pal Anoers Ullevalseter, Gjermund Frostad e il portoghese Ruben Faria. Un grande evento, un grande scontro, una bellissima gara per tutti, appassionati e pubblico in genere. L’appuntamento è in Carnia, venerdì 11 a Tolmezzo per la presentazione dei campioni e sabato 12 e domenica 13 maggio a Ampezzo e Socchieve per la gara.
Inoltre da non perdere il 27-28-29 aprile il grande evento Enduro di Lignano con partenza alle ore  24.00 di fronte alla Terrazza a Mare.
Un invito a tutti ad assistere a questo meraviglioso sport motoristico.

Articolo per Friuli Stadio
Bruno Tavosanis
Ufficio stampa
Moto Club Carnico

Questo sito utilizza strumenti proprietari o di terze parti per archiviare piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Abilitando questi cookies, ci aiuti a offrirti una migliore esperienza.