COMUNICATO STAMPA N° 1 

Un mese dopo l’anteprima davanti a una importante platea di autorità ed addetti ai lavori, fervono i preparativi per la prima edizione di ”Trieste & la Mitteleuropa – Gran premio Italo Svevo” che si terrà a Trieste dal 16 al 18 settembre 2011. La città giuliana diventerà per tre giorni capitale europea dei quad, provenienti da mezza Europa. Un raduno internazionale, volutamente non agonistico, grazie al quale si svilupperanno importanti tematiche quali:
· l’utilizzo dei quad nel turismo accessibile rispettando l’ambiente;
· Promozione del territorio con particolare riferimento alle sue peculiarità paesaggistiche
· l’ambito culturale;
· il risparmio energetico;

· Coinvolgimento dei giovani nell’ambito della sicurezza stradale.
Il tema del convegno che aprirà la tre giorni triestina è il rispetto per l’ambiente non a caso sarà “In silenzio dentro la natura” viaggio ecocompatibile nel silenzio della natura. In questa occasioneverrà presentato in anteprima nazionale il prototipo di un quad elettrico 4×4 concepito, progettato e costruito in Italia. Nella mattinata di sabato, dopo la lettura di alcuni brani di Italo Svevo, verrà consegnato il premio Fair Play 2011 per il rispetto dell’ambiente.
L’evento di Trieste proporrà itinerari giornalieri dedicati alla cultura Mitteleuropea, all’eccellenza del gusto e alla straordinaria natura che abbellisce un golfo e il suo entroterra e offrirà agli ospiti paesaggi incantevoli e mozzafiato grazie alla vista spettacolare del panorama che spazia dal Castello di San Giusto al Castello di Miramare, da Muggia alla baia di Sistiana e al Faro della Vittoria.
Momento importante sarà quello dedicato alla visita del Museo Sveviano in occasione del 150° anniversario della nascita dello scrittore al quale gli organizzatori hanno voluto intitolare il Premio.
Non mancheranno itinerari dedicati alla visita della Chiesa Greco Ortodossa, al molo Audace e tutte quelle magnificenze architettoniche, che solo Trieste può offrire, una visita sul Carso, straordinario in tutti i suoi splendidi colori, territorio che si trova a cavallo di due stati permette impareggiabili abbinamenti del territorio. Altrettanto importanti le soste golose che ci riporteranno alle più antiche tradizioni enogastronomiche di “un tempo passato ma mai dimenticato” e le tappe ai caffè e locali storici della città e ai produttori di olio, vino e altre eccellenze locali. Un volano che andrà oltre i nostri cinque sensi e ci permetterà di promuovere il territorio, la cultura, l’ospitalità ma anche di mettere in evidenza le tematiche legate all’ambiente.
Se da un lato l’intento del moto club QUADFORQUAD è quello di convogliare i quadisti provenienti da diversi stati e regioni europee dall’altro c’è la volontà di affrontare quelle che sono le attuali problematiche ecologiche legate al fuoristrada, organizzando un tavolo tecnico al quale diversi esperti possono confrontarsi insieme a costruttori, utenti e enti di sorveglianza, oltre alle normative di legge sui veicoli e la circolazione di questo particolare mezzo..
Inoltre, essendo il quad un mezzo fruibile anche da persone affette da menomazione agli arti inferiori e non solo, grazie alla sensibilità e alla volontà del “CREDERCI” dell’Unione Italiana Ciechi e ipovedenti e della Consulta Regionale delle Associazioni dei disabili, verrà data prova della versatilità del mezzo stesso e dei suoi possibili utilizzi. Tutto questo grazie alla preziosa collaborazione degli enti che fin da subito hanno creduto nel progetto quali il Comune di Trieste, la Provincia di Trieste e la Regione FVG tramite l’Assessorato al Turismo e, per quanto di sua competenza, della disponibilità e ospitalità del Corpo forestale regionale del Centro didattico naturalistico di Basovizza.
Tutto questo a Trieste il 16-17-18 settembre 2011.

Comunicato stampa
QuadForQuad

Questo sito utilizza strumenti proprietari o di terze parti per archiviare piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Abilitando questi cookies, ci aiuti a offrirti una migliore esperienza.