LA DUE GIORNI ENDURO

un titolo emblematico per far subito capire ai partecipanti a cosa stai andando incontro. La partenza è fissata al mattino del 15 settembre con il classico START alla Manzatto dall’albergo Tuan di Zoppola in provincia di Pordenone in gruppi di 4 moto. Dopo un percorso misto di asfalto e sterrati per un totale di 320 Km, tutti i centauri si sono fermati in Slovenia al punto di ritrovo alle ore 17,00. Qui i centauri giunti con le loro pesanti bicilindriche senza commettere errori di navigazione, hanno potuto cenare insieme discutendo sul programma del giorno dopo e pernottare recuperando le energie del primo giorno di trasferimento. L’agriturismo era accogliente e tutti i partecipanti hanno potuto fare un pranzo pomeridiano che si è protratto fino alle ore serali, durante il quale non si sono risparmiate risate e racconti sui percorsi delle due giornate di motociclismo off-road. Domenica mattina ore 09,00 di nuovo START alla Manzatto per ripercorrere con nuovo itinerario di navigazione un percorso che riportava i centauri in provincia di Pordenone dopo una giornata piena di bellissime sensazioni per ben 280 Km, che solamente la moto ti può dare. Infatti nei due giorni di percorso misto, con le bicilindriche che mediamente pesano 200-240 Kg, i piloti partecipanti si sono sciroppato ben 600 Km a testa. Certamente sull’asfalto vai liscio come l’olio, ma sullo sterrato o hai manico o non c’è nulla da fare, devi scendere e spingere. Ben 36 centauri, tra cui il campione Dakariano Franco Picco, si sono contati all’arrivo finale, alcuni provenivano, oltre che dalla nostra regione, anche dal Veneto e dell’Emilia Romagna, dalla Toscana, un centauro era giunto fino qui dalla Svizzera per partecipare al mitico marathon.

Comunicato stampa
Ganpietro Manzatto

Questo sito utilizza strumenti proprietari o di terze parti per archiviare piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Abilitando questi cookies, ci aiuti a offrirti una migliore esperienza.