IL PREMIO INTITOLATO A ITALO SVEVO

L’organizzazione ha inserito nel programma del raduno internazionale, un importante evento di carattere culturale con la prima edizione del premio intitolato al poeta e scrittore Italo Svevo nella ricorrenza del 150°anno dalla nascita, assegnato a personalità che hanno promosso la cultura del viaggio e della conoscenza responsabile e sostenibile, come è nella filosofia del nuovo mezzo protagonista del raduno internazionale.

I Premiati

Architetto Pirzio Biroli
Per la sua attività professionale e didattica internazionale nel campo dell’urbanistica, dove ha dato un’impronta originale e innovativa nella ricostruzione di borghi antichi specialmente di quelli danneggiati da terremoti.La sua opera professionale è volta a ricreare con le sue riqualificazioni urbanistiche, ambienti che altrimenti andrebbero perduti nella loro originalità, ridando al paesaggio urbano la sua funzione naturale.

Giornalista RAI Giampaolo Girelli
Inviato di punta della rubrica di Rai 3 “Est Ovest” egli ha saputo presentare e raccontare, con passione e competenza, la nuova Europa dal Baltico ai Balcani, mettendo in evidenza i diversi aspetti della multi culturalità del nostro continente in una serie di viaggi e temi multi disciplinari. La trasmissione “Est Ovest”, prodotta in Friuli Venezia Giulia è un esempio straordinario di reportage moderno e di riaffermazione del ruolo della Regione come osservatorio e ponte di unione fra varie culture e tradizioni.

Giornalista Umberto Sarcinelli
Il vero giornalismo rappresenta in una società moderna e libera, la forza essenziale della democrazia, quell’informazione figlia della verità che affonda le proprie basi sul concetto di etica. Kant, il filosofo di Konisberg, sosteneva che dire la verità è un principio incondizionato, irrinunciabile e irriducibile!
In questa realtà giornalistica friulana, Umberto Sarcinelli da sempre esprime con serietà, libertà, onestà intellettuale, completezza nelle notizie, un giornalismo non solo sportivo, una professione svolta all’insegna di una comunicazione rispettosa della persona e alla continua ricerca della verità. Crediamo che ispirandosi a modelli come quello di Umberto Sarcinelli, si possa sperare in un futuro etico del giornalismo.

Questo sito utilizza strumenti proprietari o di terze parti per archiviare piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Abilitando questi cookies, ci aiuti a offrirti una migliore esperienza.