5a PROVA DI CAMPIONATO ITALIANO A RAVASCLETTO

Come previsto ancora una volta l’ospitalità della Carnia e la professionalità del Motoclub Morena di Udine sono stati la formula vincente per una tappa di due giornate del Campionato Italiano Motorally. Grande soddisfazione per la riuscita della manifestazione da parte dell’Assessore Provinciale allo Sport Mario Virgili, dai Sindaci dei Comuni che hanno ospitato la gara, dal Presidente e dall’Assessore allo Sport della Comunità Montana della Carnia. Il Consigliere Nazionale FMI Andrea Mascarin che ha avuto parole di elogio e di ringraziamento per la grande ospitalità da parte delle istituzioni del territorio, per tutta l’organizzazione e per il grande lavoro di volontariato che accomuna gli appassionati di queste straordinarie discipline sportive. Caloroso anche il plauso da parte del Signor Assirelli responsabile FMI del settore Motorally alla disponibilità e alla collaborazione delle amministrazioni locali, provinciali e regionali nell’organizzare e supportare l’evento.
Soddisfatto anche il Presidente del Motoclub Morena, Massimo Candolfi che ancora una volta è riuscito a organizzare un evento nazionale in una delle più belle ed accoglienti località della nostra regione. Positivo il commento del Direttore di Gara Gabriele Silino, responsabile nazionale del settore quad per la Federazione Motociclistica Italiana. 
Il responsabile FMI del settore Motorally Assirelli, ha voluto premiare nuovamente il Friuli Venezia Giulia assegnando una gara di due giorni. La Carnia è terreno straordinariamente adatto per i tracciati dell’enduro ma propone anche bellissimi itinerari per i cultori del Motorally. I piloti in gara non conoscono il percorso che è predefinito e segreto, il Road Book riporta le indicazioni chilometriche e tutte le informazioni necessarie per seguirlo correttamente in una intelligente navigazione. Per quanto riguarda il regolamento, – prosegue Silino – tutti i motocicli rispettano le direttive del codice della strada anche in fatto di inquinamento e rumore; i mezzi in gara hanno al massimo 3 anni di vita e le carburazioni (di conseguenza l’erogazione minima dei gas di scarico) sono perfette, Possiamo sicuramente affermare che i motori di questi mezzi da gara, inquinano molto meno di quelli che quotidianamente circolano sulle strade. Possiamo concludere ricordando che gare di questo genere spesso vedono i piloti accompagnati sì da tecnici e addetti ai lavori ma, nella bella stagione, anche dalle loro famiglie che rimangono incantate dalla bellezza dei paesaggi Carnici e dei luoghi che ci ospitano. Anche in questa occasione Turismo FVG era presente con un gazebo nel quale ha trovato spazio materiale informativo su tutta la Regione.”
LA GARA
La prima giornata di gara del 2° Motorally del Friuli – 1° Rally delle Alpi Carniche, valida per quinta prova del Campionato Italiano Motorally è finita a notte fonda. Un problema nella seconda prova speciale è stato risolto durante la notte grazie alla lettura dei tracciatori GPS introdotti quest’anno nel Campionato Italiano. Per i giudici e il Direttore di Gara quindi una lunga nottata in bianco trascorsa a stilare le classifiche dei 117 piloti partecipanti. Dopo Rapolano Terme (SI), Montepulciano (SI) e Bella (PZ) il Motorally è arrivato in Carnia: cuore dell’evento Ravascletto che ha ospitato nel grande piazzale degli impianti di risalita la colorata carovana di piloti proveniente da tutta Italia. Dieci i Comuni della Carnia attraversati dal tracciato di gara con un percorso lungo quasi quattrocento kilometri sommando le due giornate: Ampezzo, Comeglians, Lauco, Ovaro, Prato Carnico, Ravascletto, Rigolato, Sauris, Socchieve e Sutrio. Nel corso della prima giornata lo staff del Motoclub Morena, organizzatore dell’evento, coadiuvato nella logistica dalla preziosa collaborazione dell’Associazione MO.C.TU.S. di Ovaro, ha proposto ai 117 piloti al via un percorso di 186 chilometri, tra i magnifici panorami delle vette alpine con passaggi particolarmente affascinanti e di straordinaria bellezza. Due le prove speciali in programma, strutturalmente molto diverse tra loro: veloce e scorrevole la prima, lenta e navigata la seconda. 
Proprio quest’ultima ha creato i primi problemi ai piloti per alcuni tratti veramente impegnativi dove si è creato il classico “tappo” costringendo il sodalizio friulano a modificare un tratto del percorso di gara per far transitare in sicurezza i piloti. 
Con la lettura dei tracciatori GPS in dotazione a ogni pilota, la grande novità tecnologica introdotta quest’anno dalla Federazione Motociclistica Italiana, si è potuto ricomporre la classifica salvaguardando una prova speciale che, in passato, sarebbe stata sicuramente annullata. Vincitore della prima giornata è risultato Niccolò Pietribiasi (KTM-Motorstore) che ha preceduto di 18 secondi Andrea Mancini (Husqvarna-CF Racing) e di 22 secondi Luca Manca (TM-M&M Racing). Solamente quarto Matteo Graziani (KTM-Il Team) che ha preceduto Fabio Benetti, Paolo Ceci e Alex Zanotti. E’ iniziata invece sotto la pioggia la seconda giornata di gara su un tracciato 155 chilometri con due prove speciali in linea di Km 23 la prima e di Km 15 la seconda. Andrea Mancini subito all’attacco, ha dato il massimo e nella prima prova speciale ha distanziato di ben 38 secondi il grande rivale Matteo Graziani. Posizioni invertite nella seconda prova, ma il tempo recuperato da Graziani non è stato sufficiente a scalzare il perugino dalla vittoria assoluta, ottenuta con 23 secondi di vantaggio. Terzo assoluto nella seconda giornata è stato il sardo Luca Manca, che ha preceduto la coppia dell’Aprilia formato da Alex Zanotti e Paolo Ceci.
Nella classifica del Campionato Italiano Andrea Mancini ha allungato decisamente su Matteo Graziani. Il forte pilota Husqvarna guida la classifica con 118 punti contro i 104 di Graziani che occupa la seconda posizione, mentre al terzo posto con 88 punti troviamo Luca Manca. Il prossimo appuntamento del Campionato Italiano Motorally sarà a Sarnano nelle Marche dove è in programma la settima e penultima prova, prima della pausa estiva.

Moto Club Morena
Eva Trinca
Ufficio stampa

Questo sito utilizza strumenti proprietari o di terze parti per archiviare piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Abilitando questi cookies, ci aiuti a offrirti una migliore esperienza.